Posted on 1 commento

Alla faccia dell’utilità . . .

Da più di trent’anni rispetto le norme stradali, altrimenti vagherei con indifferenza o arroganza. Come ogni altro dì, al Cerro Veronese non vedo, in un ripido verde campo, i bimbi che giocano, così non vedo la necessità delle strisce pedonali per bogoni, rane o cinghiali. Differenza tra : serve/utile, sta in una necessità. Acqua cibo e ogni diritto, non è un auto. Che, anche bruciasse, ma io sono qua, questo importa. Più un politico allunga la lista delle necessità meno avrà fatto!! Quattro gatti hanno carpito vivere non è colui che sopravvive. Se lo spreco dell’energia nostra è certa!! Che porta alle guerre, gli interessi altrimenti dove hanno radice se non nello spreco?  Così come il talento di ognuno di noi è trasformato quando si teme per  l’imbarazzo d’essere stupido se non ci si appropria di tutto e di più. Il come lo sanno gli artisti e quattro gatti. In verità se lo sfigato vero si serve dell’eccesso di zelo, è solo per nascondere la stupidità che non sa staccarsi e/o la colpa di distruggere un mondo.

1 thought on “Alla faccia dell’utilità . . .

  1. […] d’eccesso di zelo o cafonate varie. Non vedo l’utilità così come fare dipingere le strisce pedonali per bogoni o rane, cinghiali o che altro […]

Rispondi a I vicini della Questura – Giovanni Montrucoli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.